Negli ultimi 10 anni l’economia sostenibile è stata incoraggiata soprattutto da stati ed organizzazioni internazionali. Il settore pubblico però non può nulla senza l’aiuto di investitori, banche e finanza. Un mondo più ecologico può infatti essere raggiunto solo attraverso un’azione congiunta di politica, scienza, business e finanza. Da un lato i legislatori devono rendere la sostenibilità più appetibile possibile, dall’altro il mondo dell’economia deve prendere impegni green di lungo termine attraverso investimenti sostenibili. Un esempio virtuoso è il progetto di un conto bancario green di Flowe – startup di Digital Banking lanciata da Mediolanum – con cui noi di JESAP Consulting abbiamo deciso di collaborare, ma ci torneremo più tardi.

Cosa stanno andando gli investimenti sostenibili nel mondo?

Grazie allo sviluppo tecnologico che ha portato ad una diminuzione dei costi di produzione delle energie rinnovabili, e grazie alle normative sempre più restrittive nei confronti dell’uso della plastica e dei combustibili fossili, stanno crescendo sempre più i cosiddetti investimenti ESG.

L’acronimo ESG sta per Environmental, Social, Governance e viene utilizzato per denotare tutti gli investimenti responsabili (IR). A partire dal 2015, secondo la BCE, gli investimenti sostenibili sono cresciuti del 170% e il trend positivo è stato confermato nel 2020. Si sta anche diffondendo sempre di più l’usanza di tenere un bilancio sociale della propria impresa, da esibire ad un consumatore sempre più attento all’impatto ambientale e politico dei suoi acquisti.

Tuttavia si registra un ritardo del settore pubblico nella regolamentazione, per cui è sempre alto il rischio di inciampare in casi di green washing. Rispetto a questa carenza qualche giorno fa si è conclusa la settimana SRI (Sustainable and Responsible Investment). Il risultato è un manuale degli investimenti sostenibili per il clima realizzato da una collaborazione tra WWF, Bper BancaEtica SgrNatixis Investment Managers e Ubs Asset Management. Il documento rappresenta una guida alla finanza sostenibile, partendo dal presupposto che la pandemia non deve farci dimenticare l’emergenza climatica. Francesco Bicciato, segretario generale del Forum SRI, ha sottolineato quanto sarebbe conveniente per l’Italia una svolta sostenibile di finanza e business. Se spendessimo l’80% delle risorse europee in settori ecologici, si potrebbe arrivare ad un aumento del PIL pari al 30%.

Nel frattempo gli investimenti ESG e SRI continuano a crescere in tutto il mondo.

Anche noi di JESAP Consulting abbiamo deciso di fare il nostro investimento sostenibile collaborando al conto bancario green di Flowe

Nella svolta verso la sostenibilità il ruolo dei consumatori è fondamentale. Possiamo fare molto attraverso pratiche individuali di economia circolare come il riciclo, gli acquisti di seconda mano e la scelta di prodotti sostenibili. In realtà però il potere più grande che abbiamo è quello di determinare la domanda sulla base della quale business, banche e finanza orienteranno la loro offerta.

Questa è l’attitude che noi di JESAP Consulting condividiamo con Flowe: siamo noi i motori del cambiamento! È la crescente attenzione alle tematiche ambientali dei Millennials e della generazione Z ad aver spinto sempre più investitori verso il green. L’obiettivo è renderci sempre più consapevoli di come il modo in cui investiamo il nostro tempo e i nostri soldi sia determinante rispetto al nostro futuro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da JESAP Consulting (@jesap_consulting)

Come funziona il contro bancario green di Flowe?

Attraverso la collaborazione con la startup italiana Zeroco2, il cliente Flowe potrà compensare la Co2 emessa attraverso l’attività bancaria piantando alberi in Guatemala. L’opera di riforestazione aiuterà non solo l’ambiente ma anche lo sviluppo locale, dando lavoro alle persone impiegate nella filiera agricola del paese. Inoltre gli utenti bancari riceveranno una carta in legno che gli permetterà di rinunciare all’ennesimo oggetto di plastica.

Non si tratta solo di piantare un albero e usare una carta ecologica, il CEO di Flowe ha sottolineato che l’obiettivo è contribuire alla crescita dell’individuo a 360°. Per questo la starup partorita da Mediolanum sta organizzando eventi di sensibilizzazione rivolti ai giovani. Lo scorso 18 ottobre è stata la volta di una grande live musicale completamente digitale: “Lunghezze d’Onda“. L’impatto ambientale del concerto, seguito da oltre 70mila persone, è stato non solo azzerato ma addirittura negativizzato, piantano un albero per ogni 10 partecipanti.

Non dobbiamo limitarci a sfruttare la domanda di sostenibilità già presente sul mercato, ma bisogna incoraggiarla. Il conto bancario green di Flowe e tutta la campagna pubblicitaria dietro mirano infatti proprio a parlare direttamente con le nuove generazioni. Per questo c’è bisogno di trovare i testimonial adatti.

Usa il codice “JESAP” e richiedi la tua carta ora!

Noi di JESAP Consulting abbiamo deciso di mettere a disposizione le nostre competenze di marketing per incoraggiare l’adesione al conto bancario green di Flowe. Come studenti universitari che si preparano ad entrare in un mondo lavorativo costretto a fare i conti con un’emergenza climatica sempre più evidente, non potevamo non condividere i valori di Flowe e la mission del suo progetto. Per questo ti invitiamo a registrarti subito qui e richiedere la tua carta di debito gratuita e in legno, utilizzando il codice “JESAP”.

Il cambiamento ti sta aspettando!